Contattaci

Nintendo

Mortal Kombat 11, la recensione

La saga creata da Ed Boon, tra alti e bassi, è rinata con lo scorso episodio e da allora si è imposta come uno dei caposaldi di questa generazione di picchiaduro. L’undicesima iterazione riprende molti elementi di X, in primis lo story mode hollywoodiano e ottimamente realizzato, che pone fine a 25 anni di soap opera a suon di fatality.

Sebbene NetherRealm abbia puntato l’acceleratore sui contenuti, gli extra a pagamento sono tanto presenti da aver già spinto l’editore alle scuse e ai ripari (monete gratis per tutti, difficoltà abbassata per le impossibili Torri). Sbloccare il gioco richiede un livellamento costante e ossessivo, compresa l’esplorazione maniacale della nuova Kripta, che però somiglia eccessivamente a una scatola a sorpresa nella quale non si finisce mai di raccogliere cose a caso.

Tecnicamente, il gioco è solido e più rifinito rispetto all’episodio precedente. E a proposito di tecnica, le personalizzazioni e il succo della parte principale, quella del combattimento, sono a un livello stellare e in grado di soddisfare qualsiasi fan della saga.

Editore: Warner Bros Interactive
Sviluppatore: NetherRealm Studios, QLOC, Shiver
Piattaforme: Xbox One (versione testata), PS4, Switch, PC
Prezzo: 60 euro (PC), 70 euro (console)

8

Voto

Un gigantesco parco giochi per tutti i fedeli di Raiden e Sub Zero, con qualche problema nel single player ma senza rivali nel combattimento nudo, crudo e violento.

Nintendo

FIFA 20, la recensione

FIFA torna al suo appuntamento annuale con una grande novità: si tratta della modalità Volta, che propone una nuova avventura in giro per campetti da strada. Una vera e propria eco di FIFA Street che si evolve fino a permettervi di inserire giocatori reali nelle vostre partite di calcetto. Si tratta, vale la pena dirlo subito, dell’aggiunta migliore alla formula FIFA, con un’intelligenza artificiale ben gestita e infinite possibilità di personalizzazione.

Nel gioco principale, FIFA 20 non tende a stravolgere il classico gameplay della serie ma punta a limarlo, con una fisica migliore e soprattutto un più preciso coinvolgimento della squadra nei confronti delle nostre azioni. Apprezzabile anche la nuova gestione dei calci piazzati che ora usa mirino e stick analogico, così come la varietà di risposta delle squadre avversarie, ora meno omologate tra loro.

La modalità carriera ha incontrato qualche difficoltà tecnica mentre scriviamo queste righe, a gioco cioè appena disponibile nei negozi. EA è già al lavoro per sistemare i bug, ma questo lato di FIFA è stato arricchito dalle conferenze stampa pre e post partita, e da nuovi elementi di personalizzazione dell’allenatore, che ora può condizionare l’umore della squadra tramite diversi dialoghi con i giocatori.

Ultimate Team, la modalità a conti fatti più popolare in FIFA negli ultimi anni, è stata arricchita da un nuovo menu e dall’aggiunta di obiettivi stagionali. I giocatori potranno affrontare amici online in amichevoli, mentre per il resto la struttura della modalità resta invariata.

Editore: Electronic Arts
Sviluppatore: Electronic Arts, EA Canada, EA Romania
Piattaforme: PS4 (versione testata), Xbox, PC
Prezzo: 60 euro (PC), 70 euro (console)

9

Voto

FIFA è stato in grado anche quest’anno di reinventarsi, a fronte di qualche problema con le licenze. La modalità Volta è un’aggiunta gradita e una boccata d’aria fresca, mentre l’arricchimento della modalità carriera soddisferà tutti gli amanti della strategia. Ricco come non mai, pur con qualche difetto cronico, è ancora il re.

Continua

News

I primi tre Dragon Quest arrivano su Switch

Square Enix Ltd. ha annunciato che i primi tre giochi classici della serie Dragon Quest saranno disponibili su Nintendo Switch a partire dal 27 settembre. Leggiamo dal comunicato stampa della software house:

DRAGON QUEST, DRAGON QUEST II: Luminaries of the Legendary Line e DRAGON QUEST III: The Seeds of Salvation potranno essere acquistati e scaricati individualmente in formato digitale sul Nintendo eShop.

Continua
Advertisement

Trending